Neverending - TeatroOutOff stagione 2017/18 -

Stagione 2017-2018

Teatro Out Off in collaborazione con Liberamente Unico

Neverending

Data (e)
dal 27/03/2018 al 28/03/2018
Ora inizio spettacolo
da martedì a venerdì ore 20.45;
sabato ore 19.30;
domenica ore 16.00
Biglietti: €18,00
costo prevendita e prenotazione 1,50/1,00€ (salvo diverse indicazioni per specifici spettacoli)

Riduzioni: 12.00€ (Under 25) - 9.00€ (Over 65 Convenzione con il Comune di Milano)
Convenzioni

Neverending - TeatroOutOff stagione 2017/18 -

 

Partitura per un corpo che racconta e un corpo che accompagna

progetto Barbara Altissimo
drammaturgia Emanuela Currao
progetto musicale Barbara Altissimo e Ivana Messina
messa in scena Barbara Altissimo, Emanuela Currao, Ivana Messina
con Barbara Altissimo e Ivana Messina
organizzazione e comunicazione Roberta Cipriani

Una figlia e un padre.
Un legame.
Un distacco.
Un prima e un dopo.
Una morte.
Una vita che continua.

“La morte di un genitore, uno dei grandi appuntamenti della vita, qualcosa che incombe, sospeso sopra di noi, con una temporalità che non conosciamo, che non è possibile prevedere.

Poi improvvisamente accade, tutto insieme e tutto diverso da come lo aspettavamo. In un istante si è travolti e trasportati in un altro mondo, un mondo al contrario, non più figli accuditi ma figli curanti dei propri genitori. L’ultimo pezzo di strada insieme, l’ultimo sguardo, le ultime parole, l’ultimo respiro da raccogliere e conservare, per sempre. Neverending.”

Il nuovo lavoro di Barbara Altissimo, un solo animato da musica dal vivo, racconta il distacco fisico ed emotivo da un genitore, fa riflessione sul dolore che ne scaturisce e sul bisogno di lasciare andare ciò che non è più, per ricominciare.

La partitura scenica raccoglie pensieri, riflessioni e ricordi in un’atmosfera ovattata, sospesa ed onirica. Una storia universale che appartiene a tutti ma che in questo caso si colora di particolari sfumature: come si vive all’ombra di un padre importante? cosa significa essere stata e continuare ad essere la figlia di Renato Altissimo? Fin dall’infanzia un faro addosso, la politica in casa, i gossip, tangentopoli, i processi…

Neverending: il lungo cammino di una figlia, partendo da lontano, per arrivare proprio li, in quell’attimo di dolore assoluto… e trovare un senso, un dopo.

Perchè “com’è la vita Papà? La Vita è bella Barbara!”

Barbara Altissimo si è diplomata all’American Musical and Dramatic Academy. E’ naturopata con master in bioenergetica presso l’Istituto Riza Psicosomatica di Milano. Formatrice, regista e studiosa del movimento emotivo e corporeo. Lavora come performer, regista e coreografa. Nel 1998 fonda l’associazione Liberamenteunico che ha al suo attivo 15 produzioni.

E’ docente ospite nel progetto ETI/Regione Piemonte/Università di Torino e nel 2010 partecipa al Progetto Spazi per la danza contemporanea della Regione Piemonte in collaborazione con l’ETI, Ente Teatrale Italiano. Lavora tra gli altri con: Teatro dell’Opera di Roma, Compagnia Valeria Moriconi, La Thea Theatre New York, Offenrich Company, Piccolo Teatro Regio, C.T.B., Carlo Boccadoro, Accademia Chigiana, Teatro Archivolto, Michael Nyman, Teatro Stabile Torino, Sistema Teatro Torino, Teatri Danzanti, Centro Ricerca Teatrale Universitario/Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Torino, corso di perfezionamento per attori del Teatro di Roma diretto da Luca Ronconi, Festival di Portovenere, l’Università La Bovisa/Milano, Centro Ricerca per la danza Università di Torino.