Lorenzo Loris Curriculum Vitae

Lorenzo Loris è nato a Milano nel 1956,  regista stabile del Teatro Out Off da trent’anni.

Dopo aver frequentato la Scuola d’ arte Drammatica del Piccolo teatro di Milano lavora come attore in Le intellettuali di Moliere con la regia di Gianpiero Solari, L’uomo la bestia e la virtù di Pirandello con la regia di Carlo Cecchi.

Successivamente si trasferisce per un anno e mezzo a Londra dove frequenta corsi di regia per il teatro e la Crosswind Film School per la regia cinematografica.

Tornato in Italia mette in scena insieme a Gianpiero Solari Bastardi di Barrie Keeffe curandone anche la riduzione (insieme a Solari e Mario Sala) e interpretando la parte di Joey.  Inizia in quegli anni la collaborazione con il Teatro Out Off. Nel 1986 scrive, interpreta e dirige Tempo d’arrivo, “Premio Opera Prima città di Narni”. Negli anni successivi continua a lavorare al Teatro Out Off come attore e mette in scena e interpreta Dialoghi con il silenzio di cui è coautore insieme a  A. Syxty e R. Traverso. Nel 1988 mette in scena il suo secondo testo Segreti nella battaglia. Lavora come attore nell’Amleto di Shakespeare che C. Cecchi mette in scena nel 1989 al festival di Spoleto. Continua il suo rapporto con C. Cecchi partecipando a La dodicesima notte di Shakespeare che il regista napoletano mette in scena all’università di Siena.  Come attore recita nel 1990 in Orgia di Pier Paolo Pasolini per la regia di Antonio Syxty .

Nel ’92 con I costruttori d’imperi di B. Vian inizia all’Out Off un percorso registico sulla drammaturgia del Novecento e contemporanea a cui seguirà  nel ’94 Il ceffo sulle scale di J.Orton; nel 1996, Una bellissima Domenica a Créve coeur di T. Williams (lo spettacolo viene in seguito invitato al festival d’Autunno di Roma); Intrattenendo Sloane di J.Orton (1997). Nello stesso periodo, interpreta Venezia Salvata con la regia di L. Ronconi e La serra di H. Pinter con la regia di Cecchi. Nella stagione ‘97/’98 realizza due regie, Autunno e inverno di L. Noren prodotto dal Teatro Out Off e La dolce ala della giovinezza di T. Williams prodotto da Teatridithalia.  Nel 1998 mette in scena al Teatro Colosseo di Roma Cecchini di M. Bavastro, finalista al Premio Riccione, prodotto dall’ass. Beat 72. Nel giugno del ’99 debutta al Festival di Spoleto con Ritter Dene e Voss di T. Bernhard curando la regia e interpretando la parte di Voss. Nel 2000 dirige La veglia di L. Noren per Radio Rai 3 e al teatro Argentina di Roma mette in scena la La seconda eclissi di R.Traverso, (Primo premio 7 spettacoli per un nuovo teatro italiano, Teatro di Roma, 2000); nell’ambito di “Maratona di Milano” dirige l’atto unico Happy Hour di R. Traverso. Nell’anno successivo, sempre per l’Out Off, dirige Nel bar di un albergo a Tokio  di T. Williams; Bruciati dal ghiaccio di Peter Asmussen  (nomination per la migliore novità straniera al Premio UBU 2002) e nel 2002 Naufragi di Don Chisciotte di M. Bavastro (testo premiato al 45° Premio Riccione Teatro e nomination per la migliore novità italiana al Premio UBU 2002) e Zitti tutti! di R. Baldini. Sempre nel 2002 allestisce per l’Out Off Un uomo è un uomo di Bertolt Brecht; nel 2003 dopo la messa in scena al teatro Out Off de  Le serve di Jean Genet, conduce un laboratorio per attori professionisti su Beckett (realizzato in collaborazione con L’ETI) in preparazione dell’allestimento di “Finale di partita” di Samuel Beckett che debutta poi in novembre all’Out Off.

Nel gennaio 2004 mette in scena Note di cucina di R. Garcia  e, all’inizio della nuova stagione, nella nuova sede del teatro Out Off di via Mac Mahon, cura la regia di Bingo di E. Bond, un testo singolare che racconta gli ultimi giorni della vita di Shakespeare e con questo spettacolo vince il premio UBU 2005 come migliore novità in lingua straniera.

Nell’agosto del 2005 ad Orel, in Russia, dirige la compagnia del teatro stabile della città mettendo in scena La Mandragola di Machiavelli, con l’adattamento di Roberto Traverso.

Nel 2005/2006 Una specie di storia d’amore di Arthur Miller e Una delle ultime sere di Carnovale di Carlo Goldoni.

Nel settembre 2006 lavora con gli attori italo-croati del teatro stabile Ivan Zaic di Rijeka (Croazia) e mette in scena Dramma Italiano di Edoardo Erba.

Nella stagione 2006/2007 Terra di Nessuno di H. Pinter e Il Trionfo dell’amore di Marivaux. A cui fanno seguito nel 2007/2008 le regie di Spettri di H.Ibsen e  La serva amorosa di Carlo Goldoni. Nel 2008 /2009 Aspettando Godot di S. Beckett e nell’ambito dell’iniziativa Face à Face, tra Francia e Italia: Ultimi rimorsi prima dell’oblio di Jean-Luc Lagarce. Nel maggio del 2010 con  La Gilda del Mac Mahon di Giovanni Testori inizia un trittico dedicato a Milano che ricomprende   L’Adalgisa di Carlo Emilio Gadda e  Il Guardianodi H.Pinter, riambientato per l’occasione dalla Londra degli anni 60 all’Hynterland milanese dei nostri giorni. Con questo spettacolo vince il Premio dell’Associazione Nazionale della Critica per la regia. Nella stagione 2012/2013 mette in scena e interpreta Amleto di W. Shakespeare,  Porno funeral di Massimo Bavastro, Giorni felici di Samuel Beckett e In Exitu di Giovanni Testori,  in occasione  dei vent’anni dalla morte dell’autore  e per i venticinque anni dalla rappresentazione del testo avvenuta al Teatro Out Off.

Nella stagione 2013/2014 dirige lo spettacolo “Prodigiosi deliri”  tratto dagli studi di Sigmund Freud e Ludwig Binswanger realizzando la drammaturgia insieme agli interpreti Mario Sala, Patrizia Zappa Mulas e Roberto Traverso. Nel 2014 mette in scena “Vera vuz” Edoardo Erba  scritto in dialetto Pavese; “Affabulazione” di Pier Paolo Pasolini e in autunno Antigone nella città di Gigi Gherzi, con cui è anche interprete e “La cognizione del dolore” di Carlo Emilio Gadda. Nel 2015 dirige “La donna che legge” di Renato Gabrielli e allestisce nuovamente , in occasione di expo, “Note di cucina di Rodrigo Garcia.

Nel 2016 mette in scena e fa la riduzione teatrale de “Le notti bianche” dal romanzo di Dostoevskij e in primavera torna a Pinter  con la regia de “L’amante”.  A dicembre 2016 , in occasione del quarantesimo anniversario dell’Out Off  mette in scena “L’editore” di Nanni Balestrini realizzandone l’adattamento insieme all’autore. Nel 2017 adatta e dirige “Gli amori difficili” di Italo Calvino mettendo in scena alcuni racconti del grande scrittore. Sempre nello stesso anno mette in scena il testo della poetessa e scrittrice Lucrezia Lerro  “Victor Hugo/Adele, Georges Simenon/Marie Jo – Una promessa d’amore“.

Spettacoli realizzati con il Teatro Out Off (1986-2015):

Tempo d’arrivo di L. Loris;
Segreti nella battaglia di L. Loris;
Dialoghi con il silenzio di L. Loris, G. Alberti, R. Traverso, A. Syxty;
La signorina Giulia di A. Strindberg;
I costruttori di imperi di B. Vian;
Il ceffo sulle scale di J. Orton;
Una bellissima domenica a Creve Coeur di T. Williams;
Intrattenendo Sloane di J. Orton;
Autunno e inverno di L. Norén;
Ritter Dene Voss, di T. Bernhard;
Happy hour di R. Traverso;
La seconda eclissi di R. Traverso;
Nel bar di un albergo a Tokyo di T. Williams;
Naufragi di don Chisciotte di M. Bavastro;
Bruciati dal ghiaccio di P. Asmussen;
Zitti tutti!  di R. Baldini;
Un uomo è un uomo di B. Brecht;
Le serve di J. Genet;
Finale di partita di S. Beckett;
Note di cucina di R. Garcia;
Il lupo cattivo – intervista al Marchese de Sade di R. Traverso;
Bingo di E. Bond;
Una specie di storia d’amore di  A. Miller;
L’ultima sera di carnevale di C. Goldoni;
Terra di nessuno di H. Pinter;
Il trionfo dell’amore di P. C. De Marivaux; Spettri di H. Ibsen;
La serva amorosa di C. Goldoni;
Aspettando Godot di S. Beckett;
Ultimi rimorsi prima dell’oblio di J. L. Lagarce;
La Gilda del Mac Mahon di G. Testori;
Il guardiano di Harold Pinter;
L’Adalgisa di C. E. Gadda;
Amleto di W. Shakespeare;
Porno funeral di Massimo Bavastro;
Giorni felici di Samuel Beckett;
In exitu di Giovanni Testori;
Prodigiosi deliri dagli studi di Sigmund Freud e Ludwig Binswanger – drammaturgia di Lorenzo Loris, Mario Sala, Roberto Traverso, Maria Zappa Mulas;
Vera vuz di Edoardo Erba;
Affabulazione di Pier Paolo Pasolini;
Antigone nella città di Gigi Gherzi;
La cognizione del dolore di Carlo Emilio Gadda;
La donna che legge di Renato Gabrielli;
Note di cucina di Rodrigo Garcia

Le notti bianche dal romanzo di Fëdor Dostoevskij

L’amante di Harold Pinter

L’editore di Nanni Balestrini

Gli amori difficili di Italo Calvino

Victor Hugo/Adele, Georges Simenon/Marie Jo – Una promessa d’amore di Lucrezia Lerro

CALENDARIO STAGIONE
<< Nov 2017 >>
lmmgvsd
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3